Secondi

Torta salata con verza e salsiccia

Immagine 176Devo dire la verità, questa ricetta non è proprio tutta farina del mio sacco…la trovai anni fa girovagando su internet. Ho cambiato un po’ le dosi ma devo ringraziare quell’anima buona che tempo fa la postò online! Mi colpì subito e decisi di provare a farla: è diventata una fra le mie torte salate preferite.

Per la pasta seguite sempre la mia ricetta, ecco il link: http://maisonclaire.wordpress.com/2012/12/04/pasta-per-torte-salate/

Partiamo dunque col ripieno. Ci servono:

- 2 verze (ve ne avanzerà un po’: fateci un bel contorno!),

- 3 salsicce;

- 1 spicchio di aglio;

- olio extravergine d’oliva;

- 200 gr di mozzarella;

- parmigiano grattugiato;

- sale e pepe.

Lessate le foglie di verza in abbondante acqua (non salata). Dopodichè scolatele bene e fatele a striscioline. In una padella antiaderente mettete dell’olio, uno spicchio d’aglio schiacciato che poi toglierete e la verza a striscioline. Aggiustate di sale e pepe e fate insaporire un po’. Per ultime aggiungete le salsicce fatte a pezzettini e cuocete per 10 minuti.Immagine 188

Stendete col mattarello la pasta precedentemente preparata e foderate una teglia di diametro 27-28, ricordandovi di lasciarne un po’ da parte per le decorazioni. Iniziate adagiando sulla pasta metà della mozzarella precedentemente tritata e posizionate sopra il ripieno di verza e salsiccia, schiacciando il tutto con un cucchiaio per livellare la superficie. Cospargete con un bel po’ di parmigiano a vostro gusto e terminate con la restante mozzarella.

Con la restante pasta formate delle strisce da mettere sopra, come una crostata, e infornarla a 170° per 20-25 minuti. E……voilà!Immagine 195

.claire.

Lo sapevate che…

A parte i vari principi alimentari (proteine, glucidi, lipidi) nella verza è notevole l’alto numero di vitamine ed oligominerali.
Quali sono le sue proprietà? E’ un buon tonico generale, antianemico, epatoprotettore, depurativo e cicatrizzante di piaghe, ferite, ulcere e scottature, per tutte le affezioni degli organi respiratori, distorsioni articolari, strappi muscolari e lombaggine. In linea di massima l’applicazione di foglie di cavolo fresche o “scottate” col ferro da stiro o sul coperchio di una pentola in ebollizione calma qualsiasi dolore e decongestiona anche gli organi più interni.

About these ads

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...