Dolci

Gingerbread

100_6070

Dopo anni e anni ho deciso di  fare questi biscotti di panpepato, in perfetto stile americano… Sono amorevoli, vorresti non mangiarli pur di lasciarli intatti. Sono così belli sorridenti! Un altro loro uso, infatti, consiste nell’appenderli all’albero di Natale e usarli come biscotti decorativi. Io, sinceramente, li ho fatti e li ho lasciati alle fauci della famiglia…anche perchè è stato il mio primo esperimento. Avrei voluto comprare coloranti alimentari, fare super decorazioni, coccolarne uno a uno…ma il tempo quel giorno stringeva e ho semplicemente fatto una decorazione “bianca”, un po’ anonima. Il gusto però è ottimo e, alla fine, è quello che conta!!! Due anni fa ho acquistato online dal Regno Unito le formine, ma poichè erano solo due e solo maschi ho trovato altre formine sempre online, ma stavolta comprate dall’America, di tutta la famiglia al completo: mamma, babbo e i due figlioletti, maschio e femmina! Queste formine sono state ben due anni in soffitta! A volte faccio così, mi tolgo lo sfizio e poi dimentico di avere preziose idee nascoste per casa. Durante queste feste natalizie finalmente mi sono decisa, anche se non ho avuto tempo di colorarli in modo vivace…Però vi consiglio sempre: cucinate, inventate, create soprattutto quando avete veramente voglia di farlo! Il risultato è sempre assicurato.

Ingredienti per 30 biscotti circa (dipende anche dalla grandezza delle vostre formine):

– 400 gr. di farina bianca 00;

– 150 gr. di burro morbido (consistenza “pomata”);

– 1 uovo;

-150 gr. di miele;100_6065

– 160 gr. di zucchero;

– 1 cucchiaino di cannella;

– 1 cucchiaino di zenzero;

– 1 cucchiaino di bicarbonato;

– noce moscata;

– sale;

Per la glassa…

– 100 gr. di zucchero a velo;

– 2-3 cucchiai di acqua (un po’ a occhio);

– qualche goccia di succo di limone.

E un sac à poche home made con carta da forno se non avete quella professionale!!!

100_6063Prima di tutto togliete il burro dal frigo, per essere usato deve essere morbidissimo. Setacciate la farina con lo zucchero in un contenitore capiente. Aggiungete tutte le spezie, il bicarbonato, il burro a tocchetti e un pizzico di sale. Mescolate benissimo (meglio se con le mani). Unite il miele e mescolate con forza per ottenere un composto bricioloso. Aggiungete poi l’uovo e impastate ancora qualche istante fino a ottenere una palla. Avvolgete l’impasto in una pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero per almeno un’ora. Una volta tolto dal frigo e dalla pellicola potrebbe essere troppo morbido: in questo caso via via che fate i biscotti aggiungete la farina q.b. (come si fa quando si fa la pizza), fino a che la pasta non si attacca più al mattarello e si stende bene. Stendetela con un’altezza di circa 1 centimetro e mezzo. Tagliate le sagome con le vostre formine e mettetele in una teglia ricoperta di carta da forno. Infornate i biscotti a 180° per 10 minuti, poi lasciateli raffreddare. Preparate la glassa mescolando tutti gli ingredienti (a freddo!!). Fare la glassa non è semplice: andateci piano con l’acqua, spesso sembra che lo zucchero non si sciolga con 2, 3 cucchiai di acqua, allora siamo spinti a aggiungerne ancora, ma questo vi porterà ad un errore madornale: creare una glassa liquida che appena sarà nel sac à poche colerà giù in un secondo e non sarà abbastanza densa per decorare! Allora sarete costretti a fare il contrario per aggiustarla, aggiungere tantissimo zucchero per farla densissima e ferma. Quindi mi raccomando…!  Una volta che i biscotti sono raffreddati decorateli a vostro piacere aiutandovi con un sac à poche.100_6069

.claire.

Lo sapevate che…

La leggenda narra che una vecchina, dopo aver infornato i suoi biscotti a forma di omino, sentì una voce proveniente proprio dal forno che gridava: “che caldo, fammi uscire!!” La vecchina incuriosita aprì il forno, ma appena lo fece un biscotto vivente a forma di omino scappò e le disse “corri pure, tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero!” E così diceva a tutti quelli che per strada incontrava, mucche, cavalli e maiali. Ad un certo punto si trovò davanti ad un fiume ed una volpe si avvicinò e si offrì di aiutarlo a fuggire, trasportandolo sul suo dorso fin sull’altra sponda. L’omino di pan di zenzero tutto felice saltellando e ringraziando la volpe le montò sul dorso. Arrivati a metà del fiume la volpe disse al biscotto: “l’acqua sta diventando un po’ profonda e tu ti scioglierai se ti bagni, arrampicati sul mio naso così sarai al sicuro.” L’omino di pan di zenzero fece come gli aveva detto la volpe e quest’ultima se lo pappò in un sol boccone.

Annunci

2 thoughts on “Gingerbread

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...