Primi

Pappardelle funghi e porri

100_6090Ho fatto queste pappardelle dopo le feste natalizie, tanto per continuare la dieta!!! Ho preso il libro delle ricette, l’ho dato in mano al mio ragazzo e gli ho detto “scegli un primo”. Lui ha fatto il resto…però ha scelto bene, questa ricetta è veramente buona. Non so però se le pappardelle sono le più indicate…forse la prossima volta provo a usare le tagliatelle…secondo me ci stanno meglio.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

– pappardelle all’uovo;

– 1 porro;

– pancetta a dadini;

– olio extravergine d’oliva;

– 1 busta di funghi porcini surgelati (circa 300 gr);

– un bicchiere di vino bianco;

– 1 confezione di panna da cucina;

– prezzemolo;

– sale, pepe.

Pulite il porro e tritatene la parte bianca e soffriggetela in una padella con dell’olio extravergine d’oliva e con della pancetta a dadini per dare più sapore al soffritto. Aggiungete poi i funghi e una volta che sono un po’ cotti tagliateli con delle forbici se sono troppo grandi. Versate il vino bianco e fate insaporire il tutto, lasciandolo evaporare. Salate e pepate. Prima di scolare le pappardelle aggiungete nella padella della panna e fatela sciogliere a fuoco basso. Scolate le pappardelle direttamente nella padella col sugo e spolverizzate con del prezzemolo. Questo è il risultato:

100_6107

.claire.

Lo sapevate che…

L’imperatore romano Nerone fu soprannominato “il porrofago” perché era ghiotto di porri che utilizzava in gran quantità per schiarirsi la voce. Non va inoltre sottovalutato l’aspetto afrodisiaco del porro, proprietà che gli è stata riconosciuta fin dai tempi antichi.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...